spazio Artelier
spazio espositivo indipendente di arte contemporanea

Artelier è uno spazio espositivo indipendente di arte contemporanea, che prende vita nel 1999 nei locali di una vecchia fabbrica di penne a sfera, situata nel cuore della vecchia zona industriale della città di Lugano, in via Merlina 9 a Viganello.

Artelier, prima di essere luogo d'esposizione è atelier di artisti, spazio creativo, da qui il nome. L'incontro di sette giovani infatti, per lo più studenti universitari, coincide con la loro voglia di unirsi per dare vita ad un luogo che fosse innanzitutto luogo di creazione, di lavoro e poi di esposizione, in un continuo scambio tra artisti, istituzioni e realtà culturali del territorio.

Durante il suo primo periodo di esistenza, presso Artelier, si sono svolti molteplici eventi artistici e culturali, come ad esempio gli esami di diploma dell'anno 2003 degli studenti di grafica della SUPSI e la prima mostra personale dell'artista svizzero Davide Cascio.

Artelier ha condotto in modo assiduo la sua attività negli spazi di Via Merlina fino alla fine del 2003. Nel 2004 infatti, a causa della demolizione dello stabile, Artelier si trasferisce nel centro di Lugano, in Via Bossi.

Fino ad oggi, nei locali di Via Bossi, che ha continuato ad essere luogo di lavoro, oltre che di incontro ed esposizione, si sono svolte diverse mostre, in particolare vanno ricordate "Al solito posto", esposizione collettiva, 2006, a cura  di Damiano Merzari e Stefania Fink, "Un trio singular, esposizione di incisione con Megumi Terao (Giappone) e Ximena Leon Lucero (Argentina) nel 2007, "PlayGround", 2010, a cura di Marco Bertozzi, "Coldretor", mostra collettiva a cura di Riccardo Lisi nel 2011, "Ora la cosa più importante è trovare un titolo", 2012, mostra collettiva a cura di Sebastian Peter e Marta Margnetti o ancora "Social Implosion", nel 2012, a cura di Michele Balmelli.

Artelier inoltre partecipa regolarmente all'evento Open Gallery, esponendo soprattutto artisti del territorio come Michel Cucuzza, Cesare De Vita, Marco Bertozzi, Daniel Kemeny, Miriam Siragusa, Andreas Fhisbach, Marta Margnetti, Gianmaria Zanda, Damiano Merzari, Pino de Vita, Marco Scorti, Regina Kioko Ferretti, Luigi Boccadamo, Alex Dorici, Tiziano Mincioni, Filippo Armati, Fabio Bernasconi.

Negli anni Artelier, nei diversi progetti, ha collaborato con curatori e operatori nel settore della comunicazione, ad esempio Riccardo Lisi, Michele Balmelli, Marco Bertozzi, Alex Dorici, Gregorio Cascio, Viviana Rossi, Camilla Del Pero,…

Oggi ancora Artelier si propone come punto di incontro, luogo di lavoro e creazione, spazio espositivo: i locali ospitano l'atelier di Alex Dorici oltre che numerose esposizioni ed eventi che spaziano dalla musica alle proiezioni cinematografiche.
Artelier desidera collocarsi sul territorio come luogo indipendente di scoperta attraverso l'arte contemporanea nei suoi linguaggi più diversi.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.